L’Abito dei nostri Sogni

Carissime Spose,

quando arriva il momento di scegliere l’Abito da Sposa, sappiamo che stiamo per vivere la favola che abbiamo sempre sognato: il nostro Abito è lì che ci aspetta, uno solo tra molti.. ma perché sia proprio quello giusto, quello perfetto per noi,  abbiamo bisogno prima di tutto di conoscere le nostre forme e il nostro fisico.

Per valorizzare la nostra silhoutte occorre capire come è fatta e per semplicità possiamo dire che le figure femminili si possono ricondurre a cinque tipologie: a pera (con le spalle strette e i fianchi pronunciati), a mela (con le curve su tutta la figura), a rettangolo (con poco seno, spalle e fianchi stretti), a clessidra (con la vita sottile e forme sinuose su fianchi e seno) a triangolo (con le spalle larghe e i fianchi stretti).

1 Alle spose dai fianchi larghi o dal fisico a pera,

consigliamo abiti che non fascino il punto critico, come ad esempio gli abiti a sirena.

Decisamente meglio sarà puntare su un corsetto che valorizzi la parte alta del corpo, con una bella scollatura a V, non troppo profonda, che darà risalto ad un decolleté generoso spostando l’attenzione dai fianchi.

Il modello “redingote” è quello più adatto, dalla forma ad A, perché caratterizzato da un bustino stretto, su una gonna ampia, svasata o dritta,  che poggia morbidamente sui fianchi.

2 Alle spose curvy, con il corpo a mela,

consigliamo di scegliere abiti con tessuti strutturati che valorizzino i punti di forza modellando le forme del corpo.

Per la parte superiore, il  corsetto è la soluzione migliore perché sarà in grado di sostenere il seno, modellando il punto vita.

Per evitare di appesantire la figura raccomandiamo di preferire gonne non troppo voluminose e larghe.

Se la Sposa  è minuta, il consiglio è quello di provare un abito che abbia il taglio a trapezio perché la lunghezza e la sua particolare forma,  slancia sempre la figura di chi lo indossa.

Le gonne vaporose e molto ampie sarebbe invece meglio non prenderle in considerazione per preferire abiti lineari senza tagli che interrompano la figura.

Sconsigliate cinture o cuciture all’altezza della vita che non aiutano a slanciare una statuta contenuta.

3 La sposa con il corpo a rettangolo,

con poco seno, non avrà alcuna limitazione nella scelta se non quella del buon gusto e potrà divertirsi a provare abiti di tutti i tipi.

Il consiglio degli stilisti è quello di scegliere scollature che suggeriscano qualche curva, come gli scolli asimmetrici o monospalla.

L’ideale è senza alcun dubbio l’abito stile Impero perché  il punto stretto proprio sotto al seno sarà garanzia di un effetto ottico più voluminoso.

Per una ulteriore valorizzazione si potranno utilizzare ricami o rouches sul seno mentre saranno da evitare spalline sottili o abiti che scivolino proprio nella parte alta del corpo.

Per chi volesse osare “qualcosa di più” potrebbe essere interessante una audace scollatura sulla schiena.

Chi, al contrario, ha un seno abbondante il consiglio è quello di orientarsi su un abito con un corpetto in grado di contenere e valorizzare la scollatura senza esagerare ma per  esaltare il punto vita.

La forma a cuore è quella perfetta ed è  indubbiamente una  delle scollature  più romantiche e femminili che ci siano, in grado di donare agli abiti da sposa un’aria elegantissima e raffinata.

4  Per la Sposa con il corpo a clessidra,

l’abito a sirena sarà perfetto.

Con la vita stretta, i fianchi e il seno ben proporzionati, si potrà scegliere ogni tipologia di modelli. Ma quello a sirena sarà decisamente da preferire.

E’ un modello che deve essere in grado di fasciare il corpo e al tempo stesso dargli sostegno, modellando le forme con tessuti strutturati e rigidi.

Con un piccolo strascico, da abbinare a scarpe con tacchi alti, la figura sarà ancor più valorizzata.

Per le spose dal fisico sportivo, il modello ” a principessa”  è uno dei migliori perché va a valorizzare le spalle toniche.

Perfetto lo scollo halter conosciuto anche come “scollatura all’americana”, caratterizzato dalle spalline che terminano dietro la nuca lasciando in bella vista braccia, spalle e schiena.

Osando con la profondità si otterrà una figura dall’aspetto decisamente sensuale.

5 Per una Sposa con il corpo a forma di cono o a triangolo,

ruches, balze e gonne ampie possono essere la soluzione perfetta.

Con un fisico dotato di spalle ampie e fianchi più sottili, con gambe lunghe e magre. sarà necessario valorizzare la parte inferiore, minimizzando il busto o le spalle e puntando su una gonna ricca e decorata.

Per la parte superiore, il consiglio è di distogliere l’attenzione dalle spalle, portandola sul decollété con accollature elaborate ed impegnative.

Non resta che scegliere…ad ognuna il Suo!

Potrebbe interessarti anche: